mobile website creator app
Firenze Fringe Festival

Firenze Jazz Fringe Festival

IL PROGRAMMA

21.15 | BASILICA DI SAN MINIATO AL MONTE
in occasione dei 1.000 anni dalla sua fondazione
part of the millennium anniversary celebrations

FABRIZIO BOSSO E JULIAN OLIVER MAZZARIELLO INAUGURANO IL FESTIVAL
Fabrizio Bosso, tromba e flicorno
Julian Oliver Mazzariello, pianoforte

ingresso libero fino ad esaurimento posti
free admission while seats last

Enrico Rava a causa di un infortunio rinuncia all’anteprima, saranno Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello a inaugurare il festival nella Basilica di S. Miniato al Monte mercoledì 5 settembre.

Di seguito le parole del trombettista:
Sono molto spiacente di dover annullare il mio concerto previsto mercoledì prossimo al Firenze Jazz Fringe Festival a causa del malaugurato infortunio di cui sono stato vittima pochi giorni fa. La caduta con conseguente ferita al labbro non mi consentirebbero infatti in questo momento nemmeno lontanamente di suonare con i miei consueti standard artistici e sono per questo costretto, a malincuore, a rinunciare alla mia esibizione. Sono a maggior ragione dispiaciuto per la bellezza del luogo dove il mio concerto doveva tenersi, la Basilica di San Miniato, che ho saputo proprio quest’anno festeggia i suoi primi mille anni di vita. Faccio i miei migliori auguri all’edizione 2018 del Firenze Jazz Fringe Festival e ai festeggiamenti millenari della Basilica di San Miniato.W
Buon Jazz a tutti,
Enrico Rava


Ci sono due modi di fare le cose insieme: perseguire due strade parallele che portano alla stessa meta, oppure pedalare all’unisono. Quest’ultima è la scelta che hanno fatto Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello, e l’album “Tandem” è l’approdo naturale di un rapporto artistico già rodato, di un’unione iniziata sul palco ma che trascende le regole delle classiche collaborazioni. Bosso e Mazzariello si incontrano nella primissima formazione degli High Five, una “All Stars” di giovani talenti del firmamento jazzistico italiano. Da quel giorno li lega un’amicizia complice che li fa mettere naturalmente a disposizione della stessa passione per la musica e della sperimentazione tra generi. “Tandem” racconta lo stesso spirito di condivisione che i due trovano nella vita, interpretando grandi canzoni e temi della musica internazionale, senza distinzione di genere: da “Oh Lady Be Good” di George Gershwin a “Luiza” di Antonio Carlos Jobim, dall’omaggio a Michel Legrand in una versione di “Windmills of your Mind”, al tema di “Taxi Driver” di Bernard Herrmann, brani che confermano nuovamente, dopo l’interpretazione di Nuovo Cinema Paradiso, l’omaggio a Nino Rota e la sonorizzazione de Il Sorpasso, la fascinazione di Fabrizio per il mondo del cinema. Spazio anche ai brani originali con “Wide Green Eyes” e “Dizzy’s Blues” di Fabrizio Bosso e “Goodness Gracious” di Julian Oliver Mazzariello. Un viaggio magico, in una miscela di tensioni e distensioni, improvvisazioni magnifiche, lirismo ed energia pura, che catturerà l’ascoltatore in un suono incantevole.

18.00 | PIAZZA DEL CARMINE
Dance School Showcase: FUNDANZA
Hip Hop Culture School, Breakdance

19.00 | PIAZZA SANTO SPIRITO
GIRLESQUE STREET BAND
Girlesque è la prima ed unica street band italiana tutta al femminile. Si tratta di un progetto innovativo e accattivante nel panorama delle marching band, in cui il mix tra sound e movimento viene reinterpretato con il linguaggio delle donne: 15 giovanissime musiciste provenienti da tutta la Toscana strizzano l’occhio al Burlesque, suonano, ballano e giocano con la grinta e l’entusiasmo tipici di una street band senza scordare la grazia e l’eleganza del loro universo femminino.
Girlesque is the first and only all-female Italian street band. This innovative and captivating project, under the marching band genre, mixes sound and movement to create something entirely new, marked by a feminine style: 15 young musicians from all over Tuscany pay tribute to Burlesque, performing, dancing and playing with the grit and enthusiasm typical of a street band, without abandoning the grace and elegance of what it means to be female

1° SET 19.15 - 2° SET 22.30 | RIFRULLO, VIA SAN NICCOLÒ 55R
IN THE EYES OF THE WHALE feat. Luigi Di Nunzio
Massimo Imperatore, chitarra
Nico Tangherlini, tastiere
Michelangelo Scandroglio, contrabbasso
Evita Polidoro, batteria
Luigi Di Nunzio, sax alto
Un vortice di influenze. Il sound elettrico del gruppo si forma prendendo spunto dalle melodie rockeggianti e malinconiche dei Radiohead e dei Beatles, ispirandosi fortemente al jazz contemporaneo di Ambrose Akinmusire e Gerald Clayton.
A whirl of influences. The group’s electric sound takes inspiration from the rocking and melancholy sounds of Radiohead and the Beatles, and are strongly influenced by the contemporary jazz of Ambrose Akinmusire and Gerald Clayton.

1° SET 19.30 - 2° SET 22.15 | PIAZZA DEL CARMINE
LICAONES
Mauro Ottolini, trombone
Francesco Bearzatti, sax tenore
Paolo Mappa, batteria
Oscar Marchionni, tastiere
Formazione ricca di verve ed ironia, i Licaones arrivano per la prima volta a Firenze a proporre il proprio progetto musicale, oscillando come prodigiosi funamboli tra il blues, il funky, le atmosfere acid jazz classicamente hammondiane, i richiami latini e molta improvvisazione. Ai fiati, il sassofonista Francesco Bearzatti e il trombonista Mauro Ottolini, oramai noti ed affermati nella recente scena del jazz italiano ed internazionale, musicisti non solo di talento ma anche compositori ed arrangiatori di grande estro, trovano in quest’occasione un’ideale quadratura con l’organista Oscar Marchionni ed il batterista Paolo Mappa. Una genuina vivacità, che libera le più audaci espressioni dei membri del gruppo e una verve portata in scena tra divertissement, ritmi ballabili e di gran traino sono gli assi nella manica del gruppo.
A group loaded with verve and irony, the Licaones make their Florence debut with a performance alternating between blues, funk, classic Hammond-tinged acid jazz, Latin references and a whole lot of improvisation. The group includes saxophonist Francesco Bearzatti and trombonist Mauro Ottolini, well-known on the recent Italian and international jazz scene. These creative experimenters are not only talented musicians but also composers and arrangers with great flair, not to mention charismatic performers. The FJFF is the perfect opportunity for them to blend their music with organist Oscar Marchionni and drummer Paolo Mappa. What pops out in their music is its genuine vivacity, which frees even the group’s most intrepid expressions, a verve brought to the stage that blends entertainment and captivating and danceable tunes.

1° SET 19.45 - 2° SET 21.30 | SANTAROSA BISTROT, LUNGARNO SANTA ROSA
MICHELE TINO QUARTET
Michele Tino, sax contralto
Simone Graziano, pianoforte
Gabriele Evangelista, contrabbasso
Bernardo Guerra, batteria
Il sassofonista toscano Michele Tino si presenta con un nuovo ed inedito progetto, in collaborazione con tre dei musicisti più apprezzati ed interessanti della scena jazzistica nazionale.
Tuscan saxophonist Michele Tino performs a new and neverbefore- heard project, in collaboration with three of the most esteemed and interesting artists in Italian jazz.

20:45 | RUFFINO CORNER, PIAZZA DEL CARMINE
THE WINE TALKS
Il vino fra eros, mito e salute / Wine: Eros, myth and health

Un incontro fra il serio e il faceto con l’uro-andrologo Nicola Mondaini e con il sommelier Francesco Sorelli che illustreranno, i benefici di un consumo responsabile di vino per la sfera sessuale maschile e femminile.
A witty yet serious talk with andrologist Nicola Mondaini and sommelier Francesco Sorelli, who will discuss the benefits of responsible wine drinking within the realm of male and female sexuality.
Conduce Manuela Grippi

21.00 | SALA VANNI, PIAZZA DEL CARMINE 19
JOHN DE LEO E RITA MARCOTULLI
John De Leo, voce, giocattoli
Rita Marcotulli, pianoforte

> ingresso 12 € porta (prevendita 10 € + d.p.)
> entrance 12 € (advance 10 € + presale rights)

Una Prima Assoluta, un duo inedito che vede la vocestrumento di John De Leo confrontarsi con il raffinato stile pianistico di Rita Marcotulli. Un incontro in cui la vocalità duttile e sperimentale di De Leo che attinge ai folklori popolari, al jazz, al rock si fonde alla classe cristallina della Marcotulli, pianista tra le più apprezzate in Europa.
A world premiere, a never-before-seen duo that places singer and musician John De Leo in contrast with the refined piano of Rita Marcotulli. The dual performance holds more than a few surprises, where the flexible and experimental vocality and the sweeping art of De Leo blends with the structured compositions of Marcotulli, one of the most esteemed pianists in Europe.

21.45 | ZATTERA SULL’ARNO TRA PONTE VECCHIO E PONTE S.TRINITA
JAVIER GIROTTO
Sax baritono
Nato in Argentina, si è diplomato al conservatorio per poi specializzarsi al Berklee College of Music di Boston. Fondatore e leader degli Aires Tango, la sua musica è un misto di tango, jazz, etnica, caratterizzato da molta improvvisazione, scrittura e arrangiamento. Il suo solo non mancherà di stupire per l’energia, il lirismo e la poesia che Javier riesce ad estrarre dal suo strumento.
Born in Argentina, Girotto began studying saxophone, graduating from a conservatory before moving on to Berklee College of Music in Boston. Founder and leader of Aires Tango, his music is a mix of tango, jazz and world music, characterized by a lot of improvisation, writing and arrangement. Girotto’s solo will leave concert-goers amazed for the energy, lyricism and poetry that the musician is able to pull out of a simple instrument.

22.15 | VOLUME, PIAZZA SANTO SPIRITO 5R
SIBODE DJ
Loop-teatro-azione-poesia e molto altro: questo è Sibode Dj
Loop-theatre-action-poetry and much more: this is Sibode Dj

22.20 | BLACK LODGE, PIAZZA DEL TIRATOIO 6R
ARCADIA TRIO
Leonardo Radicchi, sax, clarinetto
Ferdinando Romano, contrabbasso
Giovanni Paolo Liguri, batteria
Arcadia Trio è un manifesto: il jazz è un elemento culturale che può fare la differenza nel sociale. Le composizioni originali sono plasmate su fatti, persone, idee che lasciano il segno, il jazz è la musica che meglio di ogni altra può aiutarci a rappresentare, sublimare e comprendere la complessità dell’età contemporanea. Arcadia Trio is a manifesto: jazz is a cultural element that can make a social difference. Their original compositions are shaped by events, ideas that leave a mark on the world, and they believe that jazz can best help to represent, exalt and understand the complexities of the world today.

23.00 | PORTO DI MARE, VIA PISANA 128
FRANCESCO MACCIANTI TRIO
Francesco Maccianti, pianoforte
Ares Tavolazzi, contrabbasso
Roberto Gatto, batteria
segue JAM SESSION
Path è il titolo del nuovo Cd nel cui progetto musicale predominano un ricercato tratto lirico e melodico, un’intensità espressiva ed una vena compositiva molto interessante e ispirata, che il Trio di Francesco Maccianti presenta in anteprima con il concerto per il FJFF. Uniti da una lunga amicizia e una altrettanto proficua collaborazione, il pianista fiorentino e i suoi strepitosi sodali portano in scena l’esperienza raggiunta insieme alla voglia di esplorare nuovi territori, mantenendo un inossidabile feeling con il jazz.
Path is the title of the group’s new CD, highlighting their refined lyrical and melodic style, with an expressive intensity and an interesting and inspired artistic vein that the Francesco Maccianti Trio will perform for the first time at the FJFF. Brought together by a years-long friendship, not to mention a fruitful collaboration, the Florentine pianist and his boisterous partners will bring to the stage their shared experience of exploring new territories whilst never losing sight of that everlasting touch of jazz.

23.30 | PIAZZA DEL CARMINE 24.00 | AFTER SHOW DOLCE VITA
RAMONA YACEF (club culture – it)
dj set - grand opening after party

Eclettica sperimentatrice, Ramona Yacef è stata protagonista in realtà quali l’Output Club di New York e la Concrete di Parigi, affiancando artisti del calibro di Raresh, Scuba, Seth Troxler... Musicista e producer, Ramona chiuderà la giornata con il suo suono house originale, contaminato, raffinato.
An eclectic experimenter, Ramona Yacef has performed in places like the Output Club in New York and Concrete in Paris, playing alongside artists such as Raresh, Scuba, Seth Troxler and others. Musician and producer, Ramona brings the opening day to a close with her tainted yet polished house music, a sound all her own.

18.00 | PIAZZA DEL CARMINE
Dance School Showcase: SWING MOOD
Lindy Hop, Vintage Jazz, Balboa, Blues

19.00 | PIAZZA SANTO SPIRITO
gruppo CAPOEIRA AXÈ / Mastre Boca Nua
Nata in Brasile ma poi diffusa per il mondo, la Capoeira è un’arte marziale legata a doppio filo con la musica e la danza. “Capoeira è saper unire la forza all’armonia, il rispetto alla grinta e il canto alla poesia creando in questa maniera un grande cerchio chiamato Roda dove ogni Capoerista può esprimere al meglio ognuna di queste caratteristiche” - Mestre Boca Nua
group CAPOEIRA AXÈ / MASTRO BOCA NUA Capoeira is an Afro-Brazilian martial art that combines elements of dance, acrobatics and music, developed in Brazil at the beginning of the 16th century. It is known for its quick and complex maneuvers, using power, speed and harmony in a wide variety of kicks, spins, and other techniques.

1° SET 19.15 - 2° SET 22.30 RIFRULLO, VIA SAN NICCOLÒ 55R
EMIT: RotatoR TeneT
Camilla Battaglia
, voce, tastiere
Michele Tino, sax alto
Andrea Lombardini, basso elettrico
Bernardo Guerra, batteria
Camilla Battaglia, si conferma voce tra le più innovative della nuova scena jazz; il suo nuovo disco, in uscita con la partecipazione di Ambrose Akinmusire alla tromba, evidenzia il suo personale interesse per il concetto di Tempo in tutte le sue declinazioni. Al suo fianco tre musicisti, giovani, ma di provato talento. Camilla Battaglia is one of the most innovative composers and singers on the new Italian jazz scene; her upcoming album, with guest Ambrose Akinmusire on the trumpet, highlights Battaglia’s personal interest in the concept of time in all its facets.

1° SET 19.30 - 2° SET 22.15 | PIAZZA DEL CARMINE
SERVILLO / GIROTTO/ MANGALAVITE
Peppe Servillo
, voce
Javier Girotto, sax soprano e baritono
Natalio Mangalavite, pianoforte, tastiere, voce
Il Trio Servillo-Girotto-Mangalavite presenta il nuovo album “Parientes” con cui allarga la propria, personale ricerca musicale e letteraria. Un viaggio nei ricordi, nelle persone, nell’immaginario di un popolo migrante che ha dato vita ad un’altra cultura preservando la propria, arricchendola di nuova linfa. Tra una milonga, un tango, una cumbia, emergono storie di vita vissuta, di fatiche quotidiane e voglia di riscatto, di legalità e delinquenza, in cui gruppi familiari, piccoli o grandi che siano, si rivelano custodi di un’umanità unica e universale. Un concerto in cui l’istrionica teatralità di Servillo, il piano passionale di Mangalavite e le sonorità che profumano di sud del mondo di Girotto si sposano perfettamente, dando vita ad uno spettacolo che non si dimentica facilmente.
The Servillo-Girotto-Mangalavite Trio will present their new album “Parientes”, which expands upon their personal musical and literary research. The album is a journey through the memories, people and imagination of a migrant population that influenced a new culture whilst preserving its own, bestowing it with new life-blood. By mixing milonga, tango and cumbia, stories emerge of a life lived, made of daily struggles and the desire for redemption, of legality and crime, in which families, both big and small, are custodians of a singular and universal humanity. The theatrics of Servillo, the passionate piano playing of Mangalvite and the acoustics of Girotto that permeate the southern world blend together perfectly here, offering the public a performance that won’t soon be forgotten.

1° SET 19.45 - 2° SET 21.30 SANTAROSA BISTROT, LUNGARNO SANTA ROSA
DON KARATE
Stefano Tamborrino
, batteria
Pasquale Mirra, vibrafono, synth
Francesco Ponticelli, basso elettrico, synth
Don Karate, progetto del batterista Stefano Tamborrino tra elettronica, atmosfere cinematografiche, jazz e hip hop. Stefano sceglie la formula del trio avvalendosi di Pasquale Mirra al vibrafono e Francesco Ponticelli al basso, musicisti dotati della sensibilità necessaria a manipolare un materiale sonoro che presta maggiore attenzione alla qualità timbrica, lasciando in secondo piano ogni forma di virtuosismo fine a se stesso.
Don Karate is a project by drummer Stefano Tamborrino that blends electronic music, cinematic elements, jazz and hiphop. Stefano works with Pasquale Mirra on vibraphone and Francesco Ponticelli on electric bass, musicians gifted with the sensitivity needed to manipulate a sound highly focused on timbre, leaving to the background every form of virtuosity.

20:45 | RUFFINO CORNER, PIAZZA DEL CARMINE
THE WINE TALKS
Vini per le rime / Wines and rhymes

Un avvincente ring poetico e sinestetico, dove celebri vini si presentano e si sfidano a suon di versi e rime. A cura di Andrea Gasparri e Margherita Micali, associazione Allibratori.
A compelling poetic and synesthetic overview of drink and literature, with famous wines presented and paired with verses and rhymes. Organized by Andrea Gasparri and Margherita Micali of the Allibratori association.
Conduce Manuela Grippi

21.00 | SALA VANNI, PIAZZA DEL CARMINE 19
ALESSANDRO FABBRI FIVE WINDS + special guest PIETRO TONOLO
Alessandro Fabbri
, batteria
Sebastiano Bon, flauto
Simone Santini, sassofoni, oboe, ewi
Elia Venturini, corno Davide Maia, fagotto
Guido Zorn, contrabbasso Pietro Tonolo, sax tenore

> ingresso 12 € porta (prevendita 10 € + d.p.)
> entrance 12 € (advance 10 € + presale rights)

Dopo i progetti dedicati rispettivamente agli archi ed agli ottoni, Alessandro Fabbri torna con un lavoro mirato sulla famiglia del legni: flauto, corno, fagotto ed oboe, qui affiancati dai sassofoni e dall’”ewi”, uno strumento digitale. Five Winds, grazie ad un’ampia tavolozza cromatica, propone composizioni originali di Fabbri appositamente pensate per la formazione oltre a brani di autori quali Dave Holland, Luca Flores, Steve Lacy. Per il FJFF 2018 l’ensemble ospita un solista prestigioso, Pietro Tonolo, tra i maggiori sassofonisti che il jazz contemporaneo, non solo europeo, ci invidia.
Following projects dedicated to string and brass instruments, respectively, Alessandro Fabbri returns with another focused on woodwind instruments – flute, horn, bassoon and oboe – on stage here with saxophones and electronic wind instruments, known as EWIs. Thanks to an extensive chromatic palette, Five Winds preforms original compositions by Fabbri specifically created for the group, as well as pieces by artists such as Dave Holland, Luca Flores and Steve Lacy. For FJFF 2018, the ensemble performs alongside the prestigious soloist Pietro Tonolo, one of the top saxophonists in contemporary jazz, both in Italy and abroad.

21.45 | ZATTERA SULL’ARNO TRA PONTE VECCHIO E PONTE S.TRINITA
MAURO OTTOLINI
Trombone
Ironico, divertente, vulcanico, è uno dei musicisti più importanti del nuovo jazz italiano. Lasciata l’orchestra dell’Arena di Verona per inseguire il suo vero amore, il jazz, si è velocemente imposto come leader fantasioso e sorprendente alla testa di numerosi progetti tra cui Sousaphonix, Slide Family, Trio campato in aria. Da anni Ottolini esprime il proprio talento eclettico come compositore e arrangiatore anche per importanti formazioni jazz, rock, pop e avant-garde.
Ironic, fun, dynamic, Ottolini is one of the most important musicians in new Italian jazz. Having left the Arena di Verona Orchestra to follow his true passion, jazz, he quickly proved himself to be a creative and surprising leader at the helm of many projects, including Sousaphonix, Slide Family and Trio campato in aria. For years, Ottolini has expressed his eclectic talent as a composer and arranger, even collaborating with important jazz, rock, pop and avant-garde groups.

22.15 | VOLUME, PIAZZA SANTO SPIRITO 5R
MR.DEADLY ONEBADMAN
Poche parole, tanto Volume e pochissimo respiro, questo è Mr.DEADLY oneBADman!!
Few words, high volume and very little breath: this is Mr.DEADLY oneBADman!!

22.20 | BLACK LODGE, PIAZZA DEL TIRATOIO 6R
ZAMPINI/PARETI/PAOLI TRIO
Francesco Zampini, chitarra
Raffaello Pareti, contrabbasso
Walter Paoli, batteria
Il giovane chitarrista toscano ha avuto modo di studiare e collaborare con artisti di fama internazionale, tra cui Ben van Gelder, Peter Bernstein, Jesper Bodilsen, Greg Hutchinson. La solida intesa tra la rodatissima ritmica di Raffaello Pareti e Walter Paoli, arricchisce e completa gli arrangiamenti e le composizioni del leader Francesco Zampini.
The young, Tuscan guitarist has been able to study and collaborate with internationally-renowned artists, including Ben van Gelder, Peter Bernstein, Jesper Bodilsen and Greg Hutchinson. The solid harmony of the incredibly adaptable rhythms of Raffaello Pareti and Walter Paoli enriches and completes the arrangements and compositions by leader Francesco Zampini.

23.00 | PORTO DI MARE, VIA PISANA 128
SNAILSPACE TRIO
Simone Graziano
, synth, Fender Rhodes
Francesco Ponticelli, contrabbasso
Enrico Morello, batteria
segue JAM SESSION
“La lentezza è una forma di ribellione”. Da questo spunto nato da un racconto di Sepulveda, dove una lumaca viaggia alla ricerca del significato della lentezza, trae origine il progetto Snailspace. La lentezza non è riferita alla velocità dei brani, bensì al tempo necessario per crearli.
“Slowness is a form of rebellion.” From this simple quote in a story by Sepulveda, when a snail goes in search of the meaning of slowness, the project Snailspace was born. Slowness isn’t a reference to the speed of the songs, but rather the time needed to create them.

23.30 | PIAZZA DEL CARMINE 24.00 | AFTER SHOW DOLCE VITA
DJ PONY dj set - after party
DJ Pony è un DJ/Producer, co-fondatore della Feel Good Production. Nel suo repertorio sono rintracciabili mille generi musicali: dal funk al leftfield, dal reggae al “mantra asiatico” all’”Afro-rootz” nel suo stile “organico-eclettico”. Più recentemente ha rivolto la sua attenzione alla musica vintage, electro e dei bassi che oscillano. DJ Pony is a DJ/producer and co-founder of Feel Good Production. His repertoire contains traces of a thousand different genres, from funk to leftfield, reggae to psydub, “Asian mantra” to “Afro-rootz,” all in his “organic-eclectic” style. Recently, he’s turned his attention to vintage and electric music, as well as alternating basses.

18.00 | PIAZZA DEL CARMINE
Dance School Showcase: TUBALLOSWING
Lindy Hop, Boogie Woogie, Solo Jazz

RIVER URBAN BEACH, PIAZZA POGGI
WILLIE PEYOTE
CUERVO VERTICAL STAGE
18.30 - DJ SET
21.30 - WILLIE PEYOTE LIVE
22.45 - CUERVO PARTY
Willie Peyote, voce
Frank Sativa, tastiere
Daniele Bronzini, chitarre
Luca Romeo, basso
Dario Panza, batteria
Massimo Marcer, tromba
Vito Scavo, trombone
Dopo l’esibizione sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma e il successo del lungo tour indoor, che ha collezionato ben 26 sold out in 45 concerti con un’accoglienza da parte del pubblico sempre crescente, Willie Peyote annuncia la sua partecipazione al FJFF2018 con una performance unica dalle torri della Spiaggia Urbana del capoluogo toscano. Dall’alto delle Night Towers, tre palcoscenici a 8 metri di altezza, che affondano i piedi nella sabbia della spiaggetta, scenderà la performance Cuervo Vertical Stage, un omaggio al Messico in onore dello sponsor che presenta l’evento Jose Cuervo, distribuito da Montenegro srl. Luci, video e musica per un progetto in cui arte, socialità, cultura, spettacolarità e riqualificazione urbana convivono. Cuervo Vertical Stage è un format ideato e diretto da Stefano Pesca e dalla factory creativa Eggers 2.0.
After performing at the Primo Maggio Concert in Rome and the success of his long tour, boasting 45 concerts, 26 of which were sold out, and an ever-growing crowd, Willie Peyote announced his participation at the FJFF, with a unique performance on the Night Towers at the Urban Beach in Florence. The towers, 8 metres high and built directly on the sand, are the unique stages for the Cuervo Vertical Stage, a tribute to Mexico in honour of the event’s sponsor, Jose Cuervo, distributed by Montenegro srl. Lights, videos and music come together in a project that blends art, sociability, culture, performance and urban renewal. Cuervo Vertical Stage is a format designed by Stefano Pesca and the creative factory Eggers 2.0.

1° SET 19.30 - 2° SET 22.40 RIFRULLO, VIA SAN NICCOLÒ 55R
PAY NO MIND
Luca Dall’Anna
, organo Hammond
Massimiliano Milesi, sax tenore
Massimiliano Sorrentini, batteria
Il trio nasce da un’idea di Sorrentini e Dell’Anna, musicisti ed amici che suonano e si conoscono da ben quattro lustri e la cui intesa sul palco rasenta la telepatia. Completa il gruppo il giovane Massimiliano Milesi, nuovo talento italiano del sax tenore ed autentica lama affilata di questo trio, sempre in bilico tra il deragliamento e il raggiungimento di nuove stazioni più o meno orbitanti.
The trio got its start thanks to an idea by Sorrentini and Dell’Anna, musicians and friends who have known each other and played together for 20 years and whose harmony on stage borders on telepathy. The young Massimiliano Milesi rounds out the trio, a new talent on the Italian music scene, who joins the group with his tenor sax, together standing as a precarious balance between derailment and reaching new, more or less orbiting, stations.

1° SET 19.30 - 2° SET 22.30 | PIAZZA DEL CARMINE
NATURAL REVOLUTION ORCHESTRA diretta da FABIO MORGERA
Stefano “Cocco” Cantini, Nico Gori, Dario Cecchini, Claudio Giovagnoli, Luca Signorini, sassofoni
Carlotta Vettori, flauto
Matteo Spolveri, tromba
Francesco Maccianti, pianoforte
Riccardo Galardini, chitarra
Guido Zorn, contrabbasso
Andrea Beninati, batteria
Stefania Scarinzi, Giulia Galliani, Francesco Cofone, voci
Fabio Morgera, conduzione, tromba
Quindici dei più apprezzati jazzisti dell’area toscana guidati dal trombettista Fabio Morgera, danno vita alla Natural Revolution Orchestra che, al suo secondo album “Climate Blues”, si distingue per la sua musica eclettica ed attuale nonché per i titoli dei brani proposti, che rimandano ad un impegno sociale rivolto all’ambientalismo e al disarmo, contrario a consumismo e capitalismo sfrenato. Oltre ad eseguire composizioni originali, l’Orchestra si avvale della Conduction, la rivoluzionaria tecnica di improvvisazione guidata, appresa da Morgera durante gli anni trascorsi a New York lavorando con Lawrence “Butch” Morris, suo inventore.
Fifteen of the most esteemed jazz musicians in Tuscany, led by trumpeter Fabio Morgera, bring to life Natural Revolution Orchestra, whose second album, “Climate Blues”, stands out for its eclectic and current music, as well as the title of its songs, which recall social endeavours regarding environmentalism and disarmament, as well as being against consumerism and uncontrolled capitalism. In addition to performing original compositions, the orchestra makes use of Conduction, the revolutionary technique of guided improvisation, which Morgera learned during his years spent in New York working with Lawrence “Butch” Morris, its inventor.

1° SET 19.30 - 2° SET 22.45 SANTAROSA BISTROT, LUNGARNO SANTA ROSA
ZENOPHILIA
Zeno De Rossi, batteria
Filippo Vignato, trombone
Piero Bittolo Bon, sax alto
Una formazione non convenzionale, ridotta all’osso, dal suono tagliente come una lama di coltello ed essenziale come un aforisma Zen: Zenophilia è il nuovo progetto del batterista Zeno De Rossi in trio con il funambolico Piero Bittolo Bon alle ance e il giovane trombonista Filippo Vignato. Echi di ritmi second-line, suggestioni funk e R‘n’B, marce sghembe e improvvisazioni oblique disegnano il suono del trio, una band che soffia via senza paura i parametri musicali, facendo ballare il cervello e sorridere il cuore.
An unconventional group, marked by pure simplicity, with a sound that cuts like a knife and is as essential as a Zen aphorism: Zenophilia is the new project by drummer Zeno De Rossi, playing alongside the acrobatic Piero Bittolo Bon on sax and the young trombonist Filippo Vignato. Echoes of second line rhythm, funk and R&B elements, twisted marches and oblique improvisations are what define the sound of this trio, a band that plays away without worrying about musical parameters, letting the brain dance and the heart smile.

20:45 | RUFFINO CORNER, PIAZZA DEL CARMINE
THE WINE TALKS
Elogio della sbronza consapevole / A tribute to informed drunkenness

Calice in mano con Enrico Remmert, scrittore e autore di “Elogio della sbronza consapevole”, una originale opera che unisce, sotto il binomio vino e arte, racconti inediti, citazioni di altri scrittori, aforismi.
Glass in hand, a talk by Enrico Remmert, writer and author of “Elogio della sbronza consapevole”, an original work that includes, in the context of wine and art, previously-unknown stories, quotes by other writers and aphorisms.
Conduce Manuela Grippi

21.00 | SALA VANNI, PIAZZA DEL CARMINE 19
STEFANO BATTAGLIA E MIRCO MARIOTTINI
Stefano Battaglia, pianoforte
Mirco Mariottini, clarinetto

> ingresso 12 € porta (prevendita 10 € + d.p.)
> entrance 12 € (advance 10 € + presale rights)

Già compagni d’avventura in numerosi concerti e registrazioni, Stefano Battaglia e Mirco Mariottini si ritrovano ancora per proporre in concerto un nuovo album “Music for Clarinet and Piano”, un progetto in duo di prossima uscita. Poesia musicale che incanta, spesso incalzata da urgenze espressive importanti che poi si ricompongono in atmosfere ora struggenti, ora visionarie. Nella performance live il duo alterna propri brani a momenti di libera improvvisazione ad arrangiamenti di composizioni tratte dal repertorio di differenti culture e periodi storici, il tutto reso omogeneo dall’attenzione per i dettagli, per lo spazio, dalla ricerca continua di una sorta di “magia” che permanga per l’intero spettacolo.
Long-time partners in many concerts and recordings, Stefano Battaglia and Mirco Mariottini come together once again to perform their soon-to-be released album, Music for Clarinet and Piano. Their musical poetry enchants, often coloured with important expressive urgencies that stand out against atmospheres that are heart-rendering one minute, visionary the next. For their live performance, the duo alternates between their own songs, total improvisation and compositional arrangements taken from the repertoires of various cultures and historical periods, all of which is rendered harmonious by the attention to detail, the space and the continuous search for a sort of “magic” that lingers throughout the show

21.30 | ZATTERA SULL’ARNO TRA PONTE VECCHIO E PONTE S.TRINITA
PIETRO TONOLO
Sax tenore
Ha collaborato con i più importanti jazzisti italiani ed europei, con frequenti incursioni anche negli Stati Uniti dove ha fatto parte dell’Orchestra di Gil Evans e della Electric Bebop Band di Paul Motian. Il personalissimo stile di Tonolo è più che riconoscibile, asciutto, ma dotato di un lirismo profondo.
Tonolo has collaborated with the most important Italian and European jazz musicians since he was young. He frequently spends periods in the United States, where he was part of the Gil Evans Orchestra and the Electric Bebop Band with Paul Motian. Tonolo’s immensely personal style is more than recognizable: blunt, but bestowed with profound lyricism.

22.20 | BLACK LODGE, PIAZZA DEL TIRATOIO 6R
10 STRINGS
Francesco Fiorenzani, chitarra
Francesco Ponticelli, contrabbasso
Due dei migliori esponenti del giovane jazz italiano, per un incontro faccia a faccia, scarno, essenziale quanto eccitante. Ponticelli ha lavorato con Enrico Rava, Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Erica Mou e decine di altri musicisti, fa parte dei trii Snailspace e Don Karate. Di Fiorenzani, non ancora trentenne, è uscito da pochi mesi il disco d’esordio, “Silent Water”.
Two of the best exponents of new Italian jazz in a face-toface that’s as bare and essential as it is exciting. Ponticelli has worked with Enrico Rava, Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Erica Mou and dozens of other musicians. Fiorenzani, not yet 30 years old, recently released his debut album, “Silent Water”.

23.00 | PORTO DI MARE, VIA PISANA 128
ALESSANDRO GALATI TRIO
Alessandro Galati, pianoforte
Francesco Angiuli, contrabbasso
Bernardo Guerra, batteria
segue JAM SESSION
Attivo professionalmente dagli anni 90, Alessandro Galati ha inciso oltre venticinque album a suo nome per etichette discografiche italiane e straniere, incrociando lo strumento, dal vivo o in studio d’incisione, con Andy Sheppard, Dave Liebman, Lee Konitz, Steve Grossman, Mike Manieri, Steve Lacy, Peter Erskine, David Murray, John Patitucci, Kenny Wheeler, Enrico Rava, Paolo Fresu e moltissimi altri. È stato in tour in tutta Europa, ma anche in Giappone, Cina, Usa, Brasile e Messico. Si presenta stasera con un inedito trio insieme a due dei migliori giovani jazzisti italiani: Francesco Angiuli e Bernardo Guerra.
Playing professionally since the 1990s, Alessandro Galati has released more than 25 albums for Italian and foreign record labels, working both live and in the recording studio with musicians such as Andy Sheppard, Dave Liebman, Lee Konitz, Steve Grossman, Mike Manieri, Steve Lacy, Peter Erskine, David Murray, John Patitucci, Kenny Wheeler, Enrico Rava, Paolo Fresu and many more. He’s toured throughout Europe and in Japan, China, the USA, Brazil and Mexico. He performs at the FJFF with a never-before-heard trio that also includes two of the best young, Italian jazz musicians, Francesco Angiuli and Bernardo Guerra.

24.00 | AFTER SHOW DOLCE VITA
MATERIANERA / Dj Set Live
Yendry Fiorentino, voce
Davide “Enphy” Cuccu, tastiera
Alain Diamond, dj
Materianera è un progetto che fonde le influenze di Yendry Fiorentino, Davide “Enphy” Cuccu e Alain Diamond in un mix di black music, elettronica, soul, trip hop e future bass. Presenteranno al Fringe il loro ultimo disco “Abyss”, un viaggio negli abissi dell’essere umano attraverso ricordi, emozioni, sogni e paure.“
Materianera is a project that blends the music of Yendry Fiorentino, Davide “Enphy” Cuccu and Alain Diamond, in a mix of black music, electronic, soul, trip hop and future bass. The group performs their latest album Abyss at the Fringe Festival, a journey into the depths of mankind, exploring memories, emotions, dreams and fears

18.00 | PIAZZA DEL CARMINE
Dance School Showcase: LINDY HOP in FLORENCE
Swing, Lindy Hop, Charleston, Authentic Jazz

1° SET 19.00 - 2° SET 22.30 RIFRULLO - VIA SAN NICCOLÒ 55R
DARIO CECCHINI TRIOZONE
Dario Cecchini
, sax baritono, soprano, flauto, clarinetto basso
Guido Zorn, contrabbasso
Bernardo Guerra, batteria
La composizione, la scrittura, il brano e la sua forma, continuano, come nei Funk Off, di cui il sassofonista è il leader e fondatore, ad essere la parte centrale della musica di Dario Cecchini, ma con Triozone è alla ricerca di una maggiore libertà sia armonica che dello sviluppo del brano, ricercando sempre contaminazioni stilistiche. The composition, the writing, the song and its form continue to be at the crux of Dario Cecchini’s music like in Funk Off, which the saxophone player is the leader and founder of, but with Triozone, he seeks greater freedom, both harmonically and in the development of the song, always looking for a mix of styles.

1° SET 19.30 - 2° SET 22.15 | PIAZZA DEL CARMINE
NICO GORI SWING10TET “SWINGIN’ HIPS”
Nico Gori
, leader, arrangiamenti, clarinetto
Mattia Donati, chitarra, voce
Tommaso Iacoviello, tromba
Renzo Cristiano Telloli, sax alto
Moraldo Marcheschi, sax tenore
Silvio Bernardi, trombone
Piero Frassi, pianoforte
Nino “Swing” Pellegrini, contrabbasso
Vladimiro Carboni, batteria
Michela Lombardi, voce
Iacopo Crudeli, presentatore e voce
Il jazz e lo swing da ballare, dieci musicisti più un presentatore, le note al fulmicotone del suo leader, Nico Gori, rendono ogni concerto di questo gruppo un’esperienza coinvolgente. Il tentetto presenta un repertorio formato da brani della tradizione delle storiche big band, di autori come Benny Goodman e Count Basie e brani originali ispirati alla tradizione swing degli anni ‘30 e ‘40; un gruppo alla ricerca di quel rapporto tra musica, spettacolo e ballo proprio delle grandi orchestre jazz di quegli anni.
Playing jazz and swing that’s perfect to dance to, these ten musicians and their presenter, with the explosive notes of their leader, Nico Gori, transform this group’s performance into a captivating experience. The ten-piece group boasts a repertoire of songs ranging from historic big band music to pieces by artists like Benny Goodman and Count Basie to original songs by Gori inspired by traditional swing music of the 1930s and ‘40s.

1° SET 19.45 - 2° SET 21.30 SANTAROSA BISTROT, LUNGARNO SANTA ROSA
EMANUELE PARRINI 4 + 1
Emanuele Parrini
, violino
Dimitri Grechi Espinoza, sax tenore
Giovanni Maier, contrabbasso
Andrea Melani, batteria
Guest: Tony Cattano, trombone
Libertà e creatività in presa diretta e senza limiti di genere musicale. Il jazz è, in questo percorso, solo uno dei molteplici universi di riferimento; un altro è quello dell’improvvisazione accademica; un altro ancora è quello del “rischio”, dell’azzardo dell’uomo - e, ovviamente, dell’artista - nel cercare l’attimo creativo e nel coniugarlo con i propri partner, fino a farlo divenire un’espressione, una comunicazione musicale. Energie, corpi, strumenti, vite.
Freedom and creativity live and without limits of music genre. Jazz is just one of the many universes the group takes inspiration from, with elements of improvisation and the “risk” of the musician, who insistently searches for a creative moment and blends it with their partners, transforming it into a territory where the musicians can affect the rapports between the subjects, because improvised music is, after all, relational music, and certainly not an abstract project born out of an ill-defined pure spirit. Energy, bodies, instruments, lives.

20.00 | VOLUME, PIAZZA SANTO SPIRITO 5R
DISCO IMBARAZZO DJ SET
“Prometto che cercherò di farvi ballare e non vi garantisco di riuscirci ma una cosa è certa: sarò in imbarazzo.”
“I promise to try to make you dance; I can’t guarantee it, but one thing is certain: I’ll be embarrassed.”
Stefano Tamborrino

20:45 | RUFFINO CORNER, PIAZZA DEL CARMINE
THE WINE TALKS
La vite. La cantina. Il vino / The vine. The cellar.

The wine Una chiacchierata con chi del vino conosce ogni segreto. Una occasione per togliersi curiosità e dubbi sul più affascinante dei prodotti agricoli, il vino. Con Lidia Ceseri, agronoma e comunicatrice Ruffino.
A talk with someone who know wine’s every secret. An opportunity to answer all your questions and doubts about the most fascinating agricultural product, wine. With Lidia Ceseri, agronomist and communicator for Ruffino.
Conduce Manuela Grippi

21.45 | ZATTERA SULL’ARNO TRA PONTE VECCHIO E PONTE S.TRINITA
STEFANO “COCCO” CANTIN
Sax tenore
Musicista dalle cangianti sonorità, Stefano “Cocco” Cantini porta la sua profonda esperienza come sessionman e collaboratore di artisti quali Michel Petrucciani, Rita Marcotulli, Fiorella Mannoia e moltissimi altri, fino al recente progetto “Living Coltrane”.
A musician with iridescent acoustics, Stefano “Cocco” Cantini brings to the stage his long experience as a studio musician and collaborator with artists like Michel Petrucciani, Rita Marcotulli, Fiorella Mannoia and many others, all of which has led him to his project “Living Coltrane”.

22.00 | HARD ROCK CAFE, PIAZZA DELLA REPUBBLICA
RICCARDO ONORI / PEE WEE DURANTE / STEFANO TAMBORRINO TRIO
Riccardo Onori
, chitarra
Pee Wee Durante, organo
Stefano Tamborrino, batteria

> ingresso libero, consumazione obbligatoria
> free admission, one drink charge

Afro Funk Soul Jazz con un trio inedito che spazia tra diversi generi musicali. Riccardo Onori è da molti anni il chitarrista della band di Jovanotti, ma ha lavorato anche con Stefano Bollani, i Diaframma, i Dirotta su Cuba, Ben Harper, Max Gazzè, Enrico Rava e moltissimi altri: collaborazioni eclettiche e di gran classe per uno dei più stimati chitarristi italiani. E musicisti dagli interessi onnivori e dalla mentalità ben aperta sono anche gli altri due membri del trio: Pee Wee Durante e Stefano Tamborrino, già attivi da anni in molti gruppi jazz, funk, electro, rock e afro, sempre con brillanti risultati.
Afro Funk Soul Jazz performed by a never-before-heard trio that skilfully tackles a range of diverse music genres. Riccardo Onori has been the guitarist in Jovanotti’s band for many years, but he’s also worked with Stefano Bollani, Diaframma, Dirotta su Cuba, Ben Harper, Max Gazzè, Enrico Rava and many, many others: eclectic and classy collaborations for one of the most esteemed Italian guitarists. The other two members of the group are open-minded musicians: Pee Wee Durante and Stefano Tamborrino, both of whom have been on the scene for years and are considered to be amongst the best with their respective instruments

22.20 | BLACK LODGE, PIAZZA DEL TIRATOIO 6R
CORDOVANI/VERNUCCIO/BAMBINI 3°
Renato Cordovani
, sax alto, clarinetto
Nicola Vernuccio, contrabbasso
Stefano Bambini, batteria
Un concerto speciale, che vede nuovamente insieme tre musicisti uniti da visioni comuni e spiriti affini. Un combo essenziale che fa della formula del trio un trampolino di lancio per volare alto sulle ali della libertà e dell’improvvisazione. Tra le collaborazioni nel palmares dei tre Albert Mangelsdorff, Chet Baker, Lee Konitz, Luca Flores, Paolo Fresu, Massimo Urbani, Kenny Wheeler, solo per citarne alcuni.
This special concert brings together three musicians united by a common vision and similar spirit. A trio that soars high on the wings of freedom and improvisation. The trio has collaborated with the likes of Albert Mangelsdorff, Chet Baker, Lee Konitz, Luca Flores, Paolo Fresu, Massimo Urbani, Kenny Wheeler, just to name a few.

23.00 | PORTO DI MARE, VIA PISANA 128
ALESSANDRO LANZONI TRIO
Alessandro Lanzoni,
pianoforte
Matteo Bortone, contrabbasso
Enrico Morello, batteria
segue JAM SESSION
Alessandro, Enrico e Matteo si sono incontrati a Siena Jazz e si sono subito capiti. È nato così il loro Trio, con la volontà di costruire insieme qualcosa di bello e di nuovo, all’insegna della continua ricerca della fusione e dell’interplay. Un repertorio perlopiù di brani originali, ma anche brani della migliore tradizione del jazz, Monk e Coltrane su tutti.
Alessandro, Enrico and Matteo met at Siena Jazz and they clicked immediately. They founded their trio with a desire to build something beautiful and new together, characterized by the continuous search for fusion and interplay. Their repertoire comprises primarily originals, as well as a few jazz classics, particularly by Monk and Coltrane.

23.30 | PIAZZA DEL CARMINE
24.00 | AFTER SHOW DOLCE VITA
ANTONIO VALENTE / 100% vinyl dj set
Appassionato di Techno e House, ma anche di Jazz, Funk, Soul e Disco, Antonio Valente propone dj set sempre eclettici, riuscendo a stimolare anche i palati più esigenti.
With a deep knowledge of various genres, particularly techno and house music, but also jazz, funk, soul and disco, Antonio Valente offers DJ sets that are always eclectic and skilled.


Dal 6 al 9 settembre FJFF animerà le sponde del fiume creando un vero e proprio percorso attraverso l’Oltrarno, la musica prenderà il via da Piazza del Carmine con lezioni di ballo Swing e Lindy Hop a partire dalle h. 17.30, dove a seguire un main stage accoglierà formazioni come i Licaones e il loro stile acid jazz, arricchito da divertissement, ritmi ballabili, soluzioni tecniche mai superficiali, i fiati di Francesco Bearzatti e Mauro Ottolini, due creativi sperimentatori, compositori ed arrangiatori di grande estro della scena jazz, che insieme all’organista Oscar Marchioni ed il batterista Paolo Mappa formano un combo agguerritissimo e travolgente. (6/9).

I Parientes, tre personalità artistiche provenienti da culture musicali diverse si incontrano all’insegna del jazz: Peppe Servillo, Javier Girotto, Natalio Mangalavite rappresentano valori e culture dei popoli migranti, il magnetico recitar cantando di Peppe Servillo, gli elaborati arrangiamenti dei sassofoni di Javier Girotto e il piano di Mangalavite raccontano fra tanghi, milonghe e cumbie, storie e personaggi, emozioni e scampoli di vita quotidiana (7/9).

Il trombettista Fabio Morgera, noto nella scena newyorkese dove ha suonato per oltre 30 anni, si esibisce con la sua Natural Revolution Orchestra. Composta dai migliori jazzisti toscani, la multiforme orchestra esegue brani originali di Morgera nel segno della conduction, la rivoluzionaria tecnica di improvvisazione collettiva guidata (8/9).

Nico Gori e il suo Swingtet il nuovo progetto a tutto swing del pirotecnico sassofonista, vede la partecipazione di alcuni giovani musicisti al fianco di affermati artisti. Il tentetto, arricchito da due voci, maschile e femminile, segue la tradizione delle storiche big band e del ritmo anni ‘30 e ‘40 (9/9).

Oltre alla musica, in Piazza del Carmine, anche incontri e iniziative come Ruffino Cares, un progetto a cura di Manuela Grippi e Francesco Sorelli di sensibilizzazione al consumo di vino responsabile promosso da Ruffino in collaborazione col Comune di Firenze e The Florentine fra i media partner del festival. Il programma prevede degustazioni e chiacchierate a tema, dove si discuterà, divertendosi, di arte, di storia e attualità. Sempre presenti come simbolo del progetto le biciclette speciali a marchio #ruffinocares, che raccontano le buone pratiche del bere pedalando nel cuore dell’estate fiorentina.

Piazza Santo Spirito dalle h. 19.00 ospiterà le migliori marching band del momento, Girlesque, Capoeira Axè/Mestre Boca Nua e Zastava Orkestar interagiranno con il pubblico in performance itineranti (6-7-8/9).

In Sala Vanni, i concerti inizieranno alle h. 21.00, in collaborazione con Musicus Concentus, all’insegna dell’eccellenza del jazz italiano: sul palco il cantante e compositore John De Leo, da fondatore dei Quintorigo a promotore di innumerevoli progetti artistici, si esibisce insieme a Rita Marcotulli, regina del piano jazz nostrano ed europeo, prima donna vincitrice del David del Donatello come “miglior musicista” nel 2011 (6/9).

Alessandro Fabbri e il suo sestetto nel quale militano ottimi musicisti come Sebastiano Bon, Simone Santini, Elia Venturini, Davide Maia e Guido Zorn, presenta Five Winds, progetto sulla famiglia dei legni con composizioni originali di Fabbri ed elaborazioni di brani di jazz contemporaneo. Per l'occasione il gruppo è arricchito da un ospite veramente speciale: il sassofonista Pietro Tonolo, uno dei migliori solisti del nostro jazz (7/9). L’8/9 il duo nato per “corrispondenza di amorosi sensi” con Mirco Mariottini e Stefano Battaglia, compagni di avventure ed esponenti di un jazz improvvisato, dinamico e lirico al tempo stesso, che si ritrovano per dare respiro alle loro originali composizioni in un fitto e fluido dialogo tra spiriti affini.

Sulle sponde dell’Arno alle 21.45, simbolo del FRINGE e di ciò che sta al margine, troviamo l’assolo sulla zattera, protagonisti i fiati in una suggestiva performance solistica: dal sax baritono di Javier Girotto (6/9) al trombone di Mauro Ottolini (7/9), dal sax tenore di Pietro Tonolo (8/9) a quello di Stefano Cocco Cantini (9/9).

Sempre sul fiume, dall’alto delle Night Towers, tre palcoscenici a 8 metri di altezza, che affondano i piedi nella sabbia della spiaggetta, scenderà la performance Cuervo Vertical Stage, un omaggio al Messico in onore dello sponsor che presenta l’evento Jose Cuervo, distribuito da Montenegro srl. Luci, video e musica per un progetto in cui arte, socialità, cultura, spettacolarità e riqualificazione urbana convivono. Cuervo Vertical Stage è un format ideato e diretto da Stefano Pesca e dalla factory creativa Eggers 2.0

Firenze Jazz Fringe Festival
Firenze Jazz Fringe Festival

Firenze Jazz Fringe Festival

Info

Mail. info@zenart.it

© Copyright 2018
Web design by Maia®
www. comunicazione-visiva.com